Le Strategie degli Avvocati al Top


Le Strategie degli Avvocati al Top: Aumentare il fatturato, migliorare i rapporti con i clienti, i collaboratori di studio, i Colleghi e in famiglia.

A cura di StudioCataldi.it in videoconferenza su Zoom nei giorni del 11 e 19 Novembre 2021 (negli orari delle 15:00 alle 19:30) per un totale di 9 ORE FORMATIVE. È stata avanzata richiesta di accreditamento al CNF per il riconoscimento dei Crediti Formativi Avvocati. Previsto il rilascio di attestato di partecipazione e frequenza al termine del corso.

Obietivo del corso

Verranno evidenziate le tecniche di gestione degli eventi esterni alla attività di Avvocato, gli eventi interni al proprio studio legale, quindi gli eventi stressanti legati alla mansione (sovraccarico di lavoro, i conflitti di ruolo, la cattiva organizzazione dello studio, delle mansioni e dei carichi di lavoro), nonché gli eventi stressanti non legati all’ambiente lavorativo (conflitti familiari, le malattie dei congiunti, i lutti familiari ecc da arginare affinchè non si riversino nell’attività lavorativa ). La disamina delle fonti di sicurezza personali, e la costruzione del rapporto con il Cliente.

I docenti
Prof. Vincenzo M. Mastronardi
Psichiatria, Psicoterapeuta, Criminologo clinico, Docente
Dott.ssa Monica Calderaro
Criminologa, Grafologa Forense, Dottore in Psicologia ad indirizzo Clinico



Programma per questa giornata

- La gestione positiva delle collaborazioni di studio (gli errori da evitare, le fonte di sicuro insuccesso) - Le delicate strategie della delega - Gli obbiettivi e gli incrementi del fatturato - La programmazione del giorno dopo e gli erroi da evitare - La gestione del lavoro con i Colleghi - I requisiti ormai riconosciuti per una apprezzata professionalità - La triade della relazione costruttiva - Rappresentazione filmica esemplificativa delle abituali proprie inconsapevoli distonie comportamentali da evidenziare a se stessi per migliorarsi - La gestione del Cliente e la richiesta della parcella (l’avvocato psicologo) - Il Rapporto di fiducia col cliente - Come gestire l’ansia propria e del cliente - Errore da evitare: ”mentire al cliente” - Le liti temerarie (i rimedi stragiudiziari)

 - I 3 Principi indispensabili delle relazioni umane - I 6 modi per entrare subito in sintonia con il prossimo e stabilire relazioni costruttive - Le 12 modalità comunicazionali per agevolare la condivisione delle vostre opinioni - I 9 Principi per permettere agli altri di cambiare opinione senza offendere e suscitare risentimenti - Il proprio stile comportamentale dalla grafia (i punti di forza su cui fare fulcro e di fragilità da compensare) - Raccolta delle grafie di tutti i partecipanti per la interpretazione successiva riservata, delle predisposizioni dello stile interattivo di ciascuno. (punti di forza e di fragilità da far evolvere nei rapporti con se stesso e con gli altri).




Programma per questa giornata

- Le micro sedute di rilassamento autogeno (esperienze dirette) - Lo stress: ottimo carburante da gestire - Le fonti esterne dello stress: i rumori, il freddo, il caldo, il collega dal carattere pessimo, il cliente che non parla, il cliente che parla e non dice (logorroico), il cliente che parla e dice - I Segni "alogici" (emotivi) della comunicazione non verbale definiti anche indicatori di “fuga inconscia di informazioni non verbali” - Le ricerche della CIA e del Pentagono sulla simulazione e la menzogna - Il linguaggio diretto all’emisfero destro o emisfero emozionale - Il linguaggio a seconda del Contesto ( l’essere spontaneo, ottimista, riflessivo, arguto, competente, ecc.) - Prosodia, prossemica, postura e gestualità , il respiro - L’accettazione delle critiche negative e i propri miglioramenti - Nozioni essenziali di PNL mirata, tecniche di comunicazione scritta.

- Rappresentazione filmica esemplificativa delle fonti esterne dello stress - Rappresentazione filmica esemplificativa delle fonti endogene dello stress - Le strategie delle tecniche immaginative del rinforzo positivo dai propri vissuti di vittoria - Le pause psicoprofilattiche (esperienze dirette) - Le fonti endogene dello stress (i piccoli o medi disturbi fisiologici malattie, dolori, fame, sete ecc.ira etc) e la percezione delle proprie capacità relative all’udienza da fare, la riunione da organizzare, l’atto da stilare, ecc.) - L’amplificazione delle difficoltà esterne i rimedi e il relativo ridimensionamento - Imparare dai propri successi (rinforzo dell’autostima) e procedere step by step - Il “problem solving”.



Recensioni    
(0)